L’oliva di cioccolato

Andai per la prima volta da Felix Lo Basso in una serata di fine settembre, era il giovedì 25. Anno? 2014.

Rimasi di sasso, ricordo anche oggi quella pallina di foie gras. Un’amuse bouche bestiale, mortale, geniale.

Le sensazioni che vissi in quei momento furono indimenticabili per davvero.

Rieccole, a quasi cinque anni di distanza: sempre da lui, sempre un’amuse bouche, una finta oliva, perché all’interno c’è del cioccolato bianco, acqua minerale e poi stop, non posso dirlo, sennò Felix mi sbrana.

La finta oliva è ancor più spasmodica del foie gras, ha più vigore, è più potente. Rilassa ed esalta, diverte e intriga

E’ come mordicchiare lentamente il capezzolo della donna dei sogni, lo scoppiettio delicato della pallina quando la schiacci fra i denti è un forte brivido, il gusto sa di paradiso, di terra promessa, di sesso folle e di amore infinito.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *