Eros a tavola

Dimmi cosa mangi e ti dirò chi sei, l’ennesimo capitolo.

Sentite la storia raccontatami stanotte da un noto ristoratore veronese.

“Due sere fa si presenta una coppia. Lui, frizzante e generoso, sorridente e pimpante, ordina il menù degustazione di crudo. Lei, bella ma pallidina e poco incline all’entusiasmo, prende una insalata e il pesce bollito. Risultato? Non si parlano per tutta la sera e, appena finito di mangiare, si alzano e se ne vanno. Potete immaginare come sarà finita la giornata.

Il giorno seguente lui torna, stavolta con una donna piena di desiderio, una che divorava la vita, glielo leggevi negli occhi. Difatti pure lei prende il menù degustazione. Ordinano due bottiglie di champagne, ridono, si divertono, stanno lì per quattro ore ed escono felici e avvinghiati”.

Chi mangia cibo impersonale, imbustato e congelato difficilmente potrà desiderare una vita sentimentale e amorosa scoppiettante: chi non ama i piaceri del cibo difficilmente potrà andar pazza per quelli carnali. Chi manca di passione manca e basta, amen, magari proveranno piacere guardando un documentario sui pipistrelli, oppure facendo delle lunghe camminate nei boschi.
E’ tutto così evidente che non so nemmeno perché lo sto scrivendo.

Certo, c’è sempre qualcuno che, forse senza nemmeno rendersene conto, vive in maniera sciatta e grigia, indossando degli abiti stropicciati e avendo i capelli in disordine: di conseguenza verrà qui a tediarci con le solite banalità che ovviamente ignoreremo in simpatia.

Di sicuro chi ama mangiare ama anche divorare l’altro a letto, oppure farsi divorare.

Nella foto, un tavolo del ristorante La Madernassa, luogo ideale per la gente che mette i piaceri al primo posto, e anche al secondo, e anche al terzo.

Life is now

Comments

  1. CalatorprinRomania

    Dopo guardando alcuni dei articoli sul tuo , ho veramente apprezzi la vostra tecnica del scrivere un blog.
    I libro segnato a mio segnalibro lista e sarà il
    controllo indietro nel prossimo futuro. Date un’occhiata a sito web troppo e
    fammi sapere la tua opinione. – facebook.com/CalatorPrinRomaniaTuristica/

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *