Siate pazienti, non esistono scorciatoie

La meritocrazia in cucina e nella ristorazione esiste da sempre ed esisterà per sempre, al di là di qualche idiota che non essendo in grado di emergere darà sempre la colpa alla clientela. Un ristorante di alto livello (cucina, servizio, ambiente) non chiuderà mai, quelli scialbi, sciatti e polverosi invece sì

Però ci vuole tempo e nessuno sa dirvi quanto. Di sicuro non si può riempire un nuovo ristorante da oggi a domani, poche eccezioni a parte. E’ ovvio che vorreste rientrare subito dall’investimento, però non è possibile. Chi vuole un bambino non può averlo domani mattina, ci vogliono nove mesi, anche se lo si desidera immensamente: non ci sono scorciatoie, non può farlo in quattro mesi, sempre nove ci vogliono.

Per cui se avete deciso di aprire un ristorante a base di pesce, andate diritti per la vostra strada e siate pazienti, ma soprattutto non cambiate idea alle prime eventuali difficoltà. Per vari motivi a volte c’è bisogno di più tempo del previsto per riempirlo, però abbiate pazienza e non stravolgete tutto, non cominciate a litigare e a farvi prendere dall’ansia. 
Ci vuole tanta personalità per non cadere nel tranello del “te l’avevo detto che fai una caxxata”, sarà sempre pieno di gente che nella vita non ha fatto nulla, però in quanto ai consigli non richiesti è in prima linea.

Se siete convinti del vostro progetto, se siete sicuri di aver aperto un ristorante con una forte identità e personalità, se siete convinti di aver scelto delle materie prime straordinarie e tutto il resto, i risultati arriveranno. Però non cambiate idea al primo weekend con pochi coperti, all’inizio è inevitabile.

Tenete duro, la coerenza e la qualità pagano sempre sempre sempre.

La foto è di Ioris Premoli

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *