Tasse basse, utili alti: Bucarest, oh yessss

Le tasse all’1 per cento entro un milione di fatturato. Utili dai 20 ai 30 per cento. Gli chef che prendono in media 3.000 euro, con picchi di 5.000 (all’Isoletta si era arrivati a 7.000).

La ristorazione a Bucarest cresce, prospera, gli italiani hanno cannibalizzato la città, il livello dei ristoranti e della clientela sta salendo. Non ci sono più i tempi delle pizze nel forno elettrico e della pasta scotta. Si mangia bene, i ristoratori sono imprenditori seri e veri, con forti radici qui.

Il posto più cool rimane Mozzafiato, diventato quasi un club per l’elite economica della città (l’elite a colori, che porta avanti il mondo, non quella forforosa che parla saccentemente e null’altro).

Amministratori delegati di aziende potentissime, proprietari vari, direttori generali e manager di multinazionali, italiani in vacanza, oppure di passaggio. Perfino i camerieri parlano bene l’italiano.

Si mangia super bene, le materie prime arrivano dalla penisola, lo scontrino medio è sopra i 30 euro. Chi viene qui non guarda tanto i prezzi (comunque nella media della città), bensì l’ambiente, il confort. Si può anche fumare nell’ampia saletta esterna, il che è segno di paese civile, niente divieti, anzi. A proposito, penso che Bucarest sia oggi la metropoli con il maggior numero di negozi per sigari: impressionante.

Uno dei soci, Marco Petriccione, si è spostato l’ufficio qui, è il suo ambiente ideale: firma più contratti e fa più pr da Mozzafiato che nella sede della sua azienda di consulenze.

Il posto vale, e tanto. Non chiude mai, la sera puoi stare fino alle due di notte, anche dopo. Aperto pure nel pomeriggio.

La città è super super sicura, mai uno scippo, da questo punto di vista pare Monte Carlo, oppure Lichtenstein. Ci sarebbero altri argomenti molto positivi legati alla popolazione, però mi astengo, i talebani del pensiero unico non gradirebbero, ancor meno i feroci ayatollah del politically correct.

Ho lasciato alla fine le presenze femminili, ormai scontate. Salto di livello pure qui, perché sono quasi tutte indipendenti, manager, imprenditrici oppure provenienti dal mondo della tv. Confesso, a me piace da morire la loro pr, Georgiana.

Per il resto, prendete l’aereo: sono due ore di volo, con Wizzair spendi 14,99 e arrivi in un mondo molto più colorato di quello che potete immaginare.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *