Il figuro diventa soubrette

Il figuro sta diventando soubrette. Malconsigliato da qualcuno, ha deciso di farsi un giro a Gaza, pensando fosse una sorte di Isola dei Famosi o Grande Fratello. Gli avranno detto che i reality sono utili per smuovere le acque e far parlare di sé, come fanno le attrici dimenticate: racconti una finta storia d’amore, un amplesso, fai vedere una coscia, dici due cose sulla nonna e piangi un po’, così è fatta, torni alla ribalta. Ciao Pep.

Spiegate alla soubrette rozza che insistere e provare a farsi fotografare accanto ad una qualsiasi onlus non lo farà sembrare più buono e nemmeno più sensibile e interessante. Sgomitare per mettere il faccione su una qualsiasi campagna di sensibilizzazione non gli porterà nulla. A quanto pare tempesta di telefonate tutte le ong pur di avere visibilità, stalkerandole ogni santo dì.

Se poi i suoi consulenti d’immagine pensano che la frase “ha rinunciato alla tv per andare a Gaza” possa funzionare, beh, auguri. Però avrebbero dovuto dirgli che da quelle parti la gente non è interessata alle paillettes e simili e ancor meno si possano recensire trattorie.

Prossima tappa poi, cosa sarà? Di reality in giro per il mondo ce ne sono, basta scegliere.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *