Ciao. Sono Tommaso. Dell’Antico Vinaio.

“Ciao. Sono Tommaso. Tommaso Mazzanti. Si, quello dell’Antico Vinaio. Il marito di Clara. Il papà di Tancredi.A proposito, ha appena computo due anni. Loro sono la mia vita.

Il 15 giugno ho aperto a Milano, alle 11 spaccate. Ho pianto di gioia, vedendo le persone in fila prima ancora di aver alzato le serrande. Alle 6 del mattino c’erano già due ragazzi davanti, ad aspettare. Incredibile. Okay, ammetto, ho pianto anche per via della tensione: non me lo aspettavo, Milano è una città difficile, mi ha accolto in maniera straordinaria, c’è gente che mi riconosce in Piazza Duomo e vuole farsi un sefie con me.

Le code sono immense, lo so. Il problema sono le restrizioni: non riesco a lavorare a pieno regime. Diciamo che per una fila di 100 persone si aspetta in media 40-50 minuti. Per una fila di 50, la metà. A pieno regime andrà molto meglio. Quello che mi commuove è che le persone si mettono in fila ma poi escono con i sorriso.

La mia schiacciata preferita? La Favolosa. Mi rappresenta. Rappresenta anche la Toscana. E’ quella che promuovo in giro per il mondo.

Una schiacciata prettamente femminile è invece la Paradiso: mortadella, burrata e crema di pistacchio. Una molto maschile invece è la Quarantena: taleggio fuso, funghi, melanzane e zucchine fritte. A proposito: la schiacciata non è come il pane toscano: contiene il sale. E l’olio. Ne facciamo anche 300 chili al giorno.

Finora ho ideato più di 100 panini. Il tempo per finirne uno? Un quarto d’ora, minimo.

A Firenze ci sono giorno dove vendiamo anche 600 panini. Una volta siamo arrivati a 700. Durante il lockdown abbiamo fatto 462 consegne. Tutti i calciatori della Fiorentina sono i nostri clienti. Si, fanno la fila pure loro.

Io ho cominciato a lavorare nel negozio dei miei quando avevo 16 anni, nel 2004. Volevo far qualcosa per soddisfare il cliente. A quei tempi la crema di pecorino non ha conosceva quasi nessuno. Il primo panino che ha avuto successo è stato La Sbriciolona: tanto salame fiorentino. Le prime file infinite, nel 2008, a quei tempi non c’erano Facebook e Tripadvisor, funzionava il passa parola. C’erano tanti fiorentini, molti italiani, pochi stranieri.

Perché costano solo 6 euro? Perché il mio è un posto per il calciatore e per lo studente, per il notaio e per il muratore”

Prossimamente su GOOD LIFE.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *