Rider, 4000 al mese. Come no

Rider. 4000 euro. Una vita felice. Firmato Antonella Boralevi. Chi la conosce la chiama Boria Levi. Carini. Sapranno i perché. Sarà la solita allegrona che per ore e ore ti racconta lentamente e per benino come va la vita.Sta di fatto che solo una intellettuale (si autoconsidera tale) poteva scrivere una panzana del genere, qualsiasi cosa volesse significare la parola intellettuale. Il più delle volte vuol dire nulla, se non la capacità di succhiare dei soldi dalla mammella pubblica: da un ministero, una ente, una fondazione. Un po’ di qua e un po’ di là, qui un cachet per organizzare una conferenza sul nulla, poi una somma cospicua per un simposio, una mostra alle vongole e via dicendo.Solitamente sono persone che non hanno la minima idea del mercato, della vita reale. Non sono ambiziose, ancor meno grintose e tenaci. Semmai cattive e livorose. Sono persone miracolate, brave va detto a tessere rapporti per poi guadagnare con conferenze inutili e simili. Il nulla totale. A pagamento però. Il loro, di pagamento. Solo una come lei poteva cadere nella trappola del rider felice, perché è qui il punto. Perché voleva raccontare in maniera saccente a noi grezzi, rozzi, truzzi e buzzuri che la felicità è altrove. Laddove noi i superficiali non arriveremo mai. Lei invece si. Ciao pep. In tutto questo ha solo sbagliato il nome del rider (Emanuele, non Emiliano, ma tanto lei è una intellettuale, piccina, non ha tempo per sciocchezze), ha solo capito male qualsiasi cosa. Per il resto tutto bene. Il giornale (La Stampa), teneri loro, hanno poi rettificato con la solita bonaria autoindulgenza. Perché quando sbagliano gli altri è tutto molto grave e per nulla professionale, quando sbagliamo noi insomma, tenerella.Aspettiamo la prossima storia piena di felicità firmata Boralevi, anzi Boria Levi. Di sicuro sarà un ex manager che ha preferito lasciare la frenesia della città per ascoltare gli ulivi in campagna, dove ha ricominciato a vivere producendo tre bottiglie d’olio.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *