Month: March 2021

Deridere il salutismo malato. E tossico

Deriderli. Irriderli. Farli sentire inadeguati. Prenderli per i fondelli. Farli diventare paonazzi, come lo sono di solito, h35. Prima era giusto ignorarli del tutto e lasciarli cuocere nel loro tossico brodo. Ora però è quasi un obbligo deriderli, però facciamolo con estrema leggerezza. Deriderli sorridendo. Anche perché il loro senso dell’ironia è sotto zero. Sono …

Il cliente di Peck

Patate da Peck. Guardate. Yummy. 30euro al chilo. I love my life, scrivono quelli bravi, mentre stanno postando soddisfatti.Aggiungo: solo per intenditori. Yeaaah. Io voglio solo darvi una mano. È domenica. State facendo la lista per le cose da comprare per Pasqua. Le prelibatezze che non possono mancare.Ecco, un tortino del genere non può mancare. …

Copiare senza capire

Alcuni la chiamano “generazione instagram”. Cuochi che traggono ispirazione (eufemismo) guardando nelle foto i piatti degli altri. Pensano che il lavoro sia tutto lì. Prendiamo questo di Virgilio Martinez, uno dei più famosi. Per la cronaca, lo propone anni nel suo Lima Floral, a Londra, quartiere Covent Garden. Il problema inizia quando le giovani leve …

Caviglie sottili e sederi alla brasiliana

Le caviglie. Il sedere alla brasiliana. Calma. Niente donne, però sempre di piaceri folli si tratta. Parlo di carni. Come sceglierle. Lectio magistralis. Docente Edoardo Fumagalli. Andiamo con calma. Frivolezze e posti da fuga romantica. Appena si riaprirà le persone prenderanno d’assalto i ristoranti che proponevano ghiotterie porcellose e quelli dove ti appagavano gli istinti …

A cena con un cretino

Portate una persona a cena e capirete chi é. Rewind. Cena nel Chianti. Qualche mese addietro. Il ristorante fresco di riconoscimento Michelin. La vista da cartolina. Posto da americani benestanti e da inglesi snob. Cipressi per chilometri. Cielo azzurro. Tutto da film hollywoodiano di una volta. Ora producono solo banalità tediose. Prima c’era molta bellezza …

Donne che amano cucinare

“Adoro quando profumi di burro”. “Mi piace la tranquillità della tua casa”. Sentite che parole armoniose. Sentite che musicalità. Immaginate anche la scena, tipo lui che mangia il gelato appoggiato alla vasca da bagno, seduto per terra, mentre lei si rilassa, immersa nelle bolle profumate. Se non avete ancora visto il film “E’ complicato”, ve …