Il vero marketing è il prodotto

Lo so. Vi pare un seno. Pure io ho lo sguardo sempre lì. Sembra un capezzolo fiero e giovane, pieno di energia e desideri. A onor del vero, la voluttà è la stessa. Vorresti divorarlo. Sì, cibo e sesso, erotismo ovunque. L’ho già scritto mille volte e altre mille lo scriverò. È la vita vera. Croissant oppure seno, chi vive per i piaceri impazzisce di gioia, esplode di felicità.
Il punto però è un altro.
Lo sanno perfino a Montego Bay che i croissant alla crema di 

Fabrizio Barbato

 sono leggenda.
Ecco, è riuscito a rendere indimenticabile un croissant. Ne abbiamo mangiati mille, ne ricordiamo un paio. Cosa significa? Che se fai una cosa la devi fare come nessuno mai. Siamo nel 2021, non basta più creare e cucinare bene. Non resterai nella mente delle persone. Non ne parleranno. Non ti sogneranno. Di conseguenza non torneranno. Sarai uno dei tanti. È questo che volete?
Oppure ambite all’Olimpo? Solo voi potete saperlo.
Quello che so è che il tempo impiegato per la preparazione è più o meno lo stesso. Tanto vale distinguersi. Provare a lasciare tutti a bocca aperta. Lasciare un ricordo unico. Far provare qualcosa di indimenticabile.
L’Ile Douce è in una zona assai decentrata. Insomma, eufemismo. Eppure i croissant finisco prima di essere esposti. Perché? Perché ha trovato la chiave per renderli speciali. I più speciali.
Morale? Se volete proporre degli hamburger, delle patatine fritte, delle cotolette, oppure altro, provate a fare qualcosa di mai visto e assaggiato prima.
Oggi la comunicazione vuol dire questo, essere unici. La voce gira. Vola. Si parla di voi con un sorriso grande così.
Fabrizio Barbato ci riesce, è sulla bocca di tutti.
Al primo impatto pare un croissant gigantesco. Lo è. È anche molto ricco. Però svanisce in un attimo. E ne vorresti ancora uno. Almeno uno.

I piaceri non bastano mai. Life is now

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *