Food story

Ti aspetto. Da Bob

Confesso. Mi piace da morire aspettarla. Non importa dove, anche in mezzo alla strada. No, non mi da alcun fastidio, credetemi. È magia pura immaginare il suo sorriso spuntare da un momento all’altro, fantasticare sui suoi vestiti, sempre scintillanti.Una volta, a gennaio, faceva un freddo polare: mi sembrava primavera. Aaaah l’amour. Certo, ideale è aspettare …